L’Antica Tappezzeria Borsellini nasce nel 1890

quando Alfonso Borsellini aprì una piccola bottega artigianale per la produzione e restauro di oggetti in tessuto, da tendaggi ed arazzi, a divani e poltrone, e perpetua da cinque generazioni con l’attività di Luca Borsellini.

  • Le imbottiture vengono eseguite con materiali vegetali, le molle legate a mano nella vecchia tradizione, come le imbottiture dei sedili, in piuma naturale sterilizzata. Vengono usati tessuti “Broccat” “Damaschi” uniti nei disegni da costure invisibili fatte con imbastiture a mano. Qui si possono ordinare divani, poltrone, pouff, tendaggi ecc. di qualsiasi genere, forma e misura, perchè tutto viene eseguito su ordinazione fin dal telaio in legno.

  • La specializzazione della bottega è il restauro, dove maestri sapranno restaurare con cura e tanta pazienza imbottiti in pelle e cuoio antichi, con interventi di consevazione e cere naturali.
    Il restauro tessile:
    • CONSERVATIVO:Consiste nella pulitura e fermatura ad ago e filo del manufatto su tessuti di supporto compatibili. Adatto specialmente per tessuti molto antichi o particolarmente degradati.
    • INTEGRATIVO:Serve a riportare l'oggetto alla sua integrità tessile e si applica normalmente su tappeti annodati o piatti, arazzi.
    • LAVAGGIO:Si esegue lavaggio a mano in acqua demineralizzata con saponi neutri per riportare al loro splendore naturale i colori.

Avatar

Situata nel centro di Firenze, sempre nella stessa sede, in Via Maggio, simbolo della nobiltà e della eleganza architettonica della città, una piccola entrata a vetri, con evidenziata a caratteri dorati, il nome del capostipite, insieme all’anno di fondazione.

Qui viene svolto un lavoro puramente artigianale in tutta la sua produzione, frutto della esperienza e professionalità centenaria tramandata di padre in glio. Si possono ordinare divani, poltrone, pouf, tendaggi ecc. di qualsiasi genere, forma e misura, perché tutto viene eseguito su ordinazione n dal telaio in legno ed ogni lavorazione è unica nella sua costruzione. Entrando si ammirano subito divani, poltrone e cuscini lavorati dall’Artigiano di Via Maggio, in una cornice che conserva ancora il sapore di antico, con il pavimento in cotto, archi, colonne, sof tto quattrocentesco e travi in legno. Più in fondo, uno splendido salottino dove poter accogliere il visitatore e sfogliare gli album contenenti le foto dei lavori eseguiti. Tra i clienti numerose famiglie aristocratiche orentine, ma non mancano clienti di ogni parte d’Italia e del mondo, a cui sono stati forniti salotti su commissione “costruiti come una volta” con imbottitura di molle e capecchio o crino, prima rivestita di bianco e poi di tessuto scelto dal cliente.